Pagina:Gli sposi promessi III.djvu/164

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


OSI PROMESSI i e vogliono le cose giuste: e condurli alle case di questi ti¬ ranni, loro signori li conosceranno meglio di me, e farli metter tutti allo scuro, e far loro un buon processo, e giu¬ stizia sommaria, e poi far lo stesso anche fuori dalle porte di Milano, ché vi so dir io che il bisogno è grande. Dico bene, signori miei?» 1 «Dite bene, benissimo!» risposero molte voci: « parla come un libro:» disse uno.8 «Eh! eh! che tabella hanno questi di fuora!» disse un altro. «Poh! poh!» mormorava un altro, crollando le spalle: «non bisogna metter troppa carne a fuoco : ci siamo mossi pel pane ; e, se si3 mettono in campo altri * piati,5 non avremo più nemmeno i pani. - La proposta divenne l’oggetto d’una discussione generale il crocchio si suddivise in piccoli crocchj, dove altri narrava fatti di tiranni, altri proponeva i mezzi di porre ad esecu-“ zione il disegno di Fermo, altri faceva obiezione. Intanto ' il sole era caduto,1 il barlume andava cedendo il luogo alle tenebre, e8 molti,9 stanchi già di deliberare, e non raffigurando più la faccia dei loro interlocutori (cosa che ‘“scema molto il diletto" del conversare) si spiccavano a uno a due a tre;11 e se ne andavano con le promesse di rive¬ dersi. Quei che 13 s’erano aggruppati intorno a Fermo, u ed erano i più 15 affetti al suo disegno, si separarono quando uno ebbe detto: «Buona sera, io vado a casa:» «anch’io,* disse un altro; «anch’io, anch’io: a rivederci domani: da buoni fratelli: non mancate: addio: addio:» «buona sera, buona sera. » Fermo, rimasto solo, pensò ai casi suoi.16 Quando si dice che l’amore, le speranze, i timori, lo sdegno, l’ambi¬ zione, ed altri divertimenti di simil genere,11 tolgono la fame, la sete, la stanchezza,18 si deve intendere che le tolgono temporaneamente, che le sospendono; perché, a torle 10 real¬ mente e in modo utile, sono necessarj ingredienti di tut- 1 La proposta fu seguita da un grido di applauso e di assentimento, e — 2 Vi so dire che questa gente di fuora [ha più] certe volte ha più ta¬ lento di noi — 3 comincia a — 4 guaj — & i pani andranno —0 Cosi — 7 e le tenebre si stende — 8 i deliberanti — 0 stanchi di deliberare e st — 10 toglie molto — 11 della con — 12 dicendo : vado a casa: arrive¬ derci domani da buoni fratelli — 13 erano p — 14 e che — 15 convinti — 10 e si ricordò quando si dice che — 17 [hanno] fanno passare — ls [bisogna] si deve intendere che — 19 veramente CAPITOLO VII