Pagina:Gli sposi promessi III.djvu/215

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


CAPITOLO IX • TOMO III 581 questa insomma sarebbe stata gloria; e perché D\ Prassede potesse ottenerla, era necessario che Lucia avesse il cervello [in po’ balzano, e avesse fatto almeno qualche passo su una cattiva strada. Per averne qualche prova 1 positiva,2 D*. Pras¬ sede richiese qua e là 4 informazioni intorno a quel Fermo, a cui Lucia era stata promessa, e sulle avventure, sulla fuga del quale D\ Prassede aveva intese in villa voci'® confuse, di¬ scordi, ma tutte poco buone. Le informazioni furono quali dovevano essere: che7 quel giovane era un facinoroso, ve¬ nuto a Milano per metterlo sossopra, per fare il capopopolo, ch’era stato nelle mani dei birri, a un pelo della forca; e se ora respirava tuttavia in paese straniero, lo doveva alla sua audacia nel resistere alla giustizia, e alla celerità delle sue gambe.8 Questa notizia confermò il giudizio di D“. Prassede, e le diede materia per le sue operazioni. Dimmi con òhi tratti e ti dirò chi sei: è un proverbio; e come 9 tutti i pro¬ verbi, non solo è infallibile, ma ha anche la facoltà di rendere infallibile l’applicazione che ne fa 10 chi lo cita. Lucia aveva dunque infallibilmente, non già tutti i vizj, ché sarebbe stato dir troppo, ma una inclinazione 11 ai vizj di Fermo: questo fu il giudizio di D\ Prassede. E il bene da farsi era non solo d’impedire che Lucia ricadesse mai nelle mani di Fermo, ch’ella*" avesse con lui la menoma corrispondenza :u bisogna¬ va andare alla radice, al più difficile, guarire Lucia, farle far giudizio,14 togli-ere da quel cervellino 16 l’attacco percolili: attacco che a dir vero era il solo vizio essenziale di Lucia. Questa allora sarebbe10 divenuta al tutto una buona creatura; e chi avrebbe avuto tutto il merito dell’impresa ? D\ Pras- sede. ,7La prima parte di questo disegno, la parte materiale, la vigilanza esteriore sopra Lucia era19 particolarmente affidata alle cure di Ghita. Doveva essa 10 tenerle sempre gli occhi addosso, accompagnarla alla Chiesa, spiare s’ella parlava a ‘ Per aver — 2 D*. Prassede [e nello] e per trovare nello stesso tempo la materia del bene che voleva fare — 3 domandò — 1 notizie — 5 campagna — 6 varie — 7 quell’uomo — 8 [Con queste notizie) Avute queste notizie D\ Prassede si — 0 proverbio, — colui — 11 a tutti i — 11 non potesse — 13 ma anche qualche cosa — 14 togliere — 15 ogni memoria d’affetto — 10 stata una — Le cure dirette al primo (lacuna) — 18 quella cioè di impedire ogni — 15 affidata al — 2" aver