Pagina:Gli sposi promessi III.djvu/218

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


584 OLI SPOSI PROMESSI un nuovo dovere può far rinunziare ad un affetto, yià cosi ler-'t già cosi caro, 1 non deve, non vuol però togliere la Dietà. sollecitudine, la carità del prossimo. Lucia combatteva • volgeva la niente ad altre immagini; ma tutte erano tinti quella prima, tutte la richiamavano.2 I luoghi, le persone n Abbondio avrebbe dovuto3 pronunziare quelle parole 1 nerV ; .ella sarebbe stata di Fermo; i consigli, le cure dèi Pari" Cristoforo per chi erano? per Lucia e per Fermo- fino n monastero di Monza, fino ilCastello del Conte, fino il car dinale Federigo, tutto si legava a Fermo; e molte volte Lucia* ripensando a tutto questo, si accorgeva 7 ch’ella si era im maginata di raccontar tutto a Fermo. Con tutto ciò ella combatteva,8 e la guerra sarebbe stata,0 se non sempre vinta pure meno aspra e meno dolorosa; Lucia avrebbe potuto se non ottenere lo scopo, almeno " andargli sempre da presso se questo scopo non fosse stato anche quello di n*' Prassede. • La brava signora per,s toglier Fermo dall’animo di Lucia non aveva trovato mezzo migliore che di parlargliene spesso’ La faceva chiamare a sé, e seduta sur una gran seggiola* con le mani ’ posatee distese sui bracciuoli di qua e di h dai quali pendevano le maniche della zimarra di dammasco rabescato a fiori, che era stato l’abito di moda nei bei giorni di D\ Prassede, 14 nel tempo incui v’era buona fede e semplicità, in cui tutti, fino i giovani, erano savj ed one¬ sti, col vólto 1 imprigionato tra un cappuccio di taffetà nero che copriva la fronte, e una enorme lattuga che girava in¬ torno alla gola e sul mento. D\ Prassede ricominciava la sua predica, per provare a Lucia ch’ella non doveva più pensare a colui. 1,1 La povera Lucia protestava da principio n°[l.voce anS0SC,0Sa» e timida, ch’ella non pensava a nessuno. D\ Prassede non 18 voleva mai stare a questa ragione, e la pietà, — - e più d’ogni altra quella del buon padre Cristoforo - ‘ pronunziare qu - * che - » Conte del S - « pensa - ’ ch'ella vi aveva pensato come se facesse I - « a poco a poco si I e avreb¬ be se non sempre vinto, almeno sostenuta la guerra con più — * men — " ottener tempo sostenere la guerra con ol — “ stargli | se —

  • ar " aPP°ggia*e — 14 in quel — ,ri mezzo nascosto — 10 che

doveva esser ben contenta che la cosa fosse finita — » Al che rassede replicava sempre che volevano esser fatti, fatti e non parole, [h cominci | e ricominciava ad enumerare tutte le ragioni] E ricominciava — ,R la v