Pagina:Gli sposi promessi III.djvu/38

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


OLI SPOSI PROMESSI perché, vedete, se sapesse che avete voluto sorprendere H curato, fare un matrimonio clandestino, guai guai... j » « Chi è Monsignore illustrissimo ? » domandò Lucia. « È il cardinale arcivescovo,» rispose Don Abbondio, « un uomo di Dio, ma bisogna saperlo pigliare, perché...’* «Andiamo tosto,» disse la buona donna. «E vero,» disse Don Abbondio, andiamo perché qui non è troppo sano stare; ma ricordatevi di quello che v’iio detto. «Come faremo ad uscire?» disse Lucia: « e se ci ven¬ gono ? » « Non temete, » disse la buona donna: « il padrone* del castello viene egli stesso a cavarvene: qui fuori è la let¬ tiga, voi entrerete con me, e partiremo col signor curalo. » « Ho da vederlo ancora il padrone ? » chiese ansiosamen¬ te Lucia,3 per la quale il Conte era ridivenuto orrendo, da poi ch’ella aveva veduti due visi umani. E continuò: « ho* paura di lui; ho paura.» «Che paura?» disse Don Abbondio: «siete con nie,: ed è mio amico. Risolvetevi.» Non lo vedrete,» disse la buona donna; «noi ci chiu¬ diamo nella lettiga e si parte, e in un momento siamo a Chiuso. » «Ah! Chiuso I» sciamò Lucia: «dov’è quel buon cu¬ rato ! andiamo, andiamo. Oh Madonna santissima, vi ringra¬ zio ! “ Me lo sentivo in cuore che non mi avreste abban¬ donata ! » La buona donna aperse un filo della porta tanto da poter far un cenno, che fu tosto veduto dal Conte, il quale comandò ai lettighieri di andare nell’altra stanza. Queglino vi porta¬ rono la lettiga, Lucia vi entrò e la buona donna dopo lei; si tirarono le cortine, i lettighieri uscirono, il curato dietro;1 nell’altra stanza il Conte si accompagnò con lui, disse alla vecchia: «aspettatemi qui un’ora, e se non torno, andate a fare i fatti vostri. » * Nel cortile, alla porta del castello, il Conte e il curato a cavallo, la lettiga davanti, giù per la discesa, e dritto a Chiuso. A misura che 8 la carovana si avanzava nel suo viaggio. 1 fa troppo bello — di que — 3 alla quale — 1 No, no, —: ed io gli sono — 6 Io — 7 il Conte — 8 Di st —11 il convoglio proced CAP