Pagina:Goldoni - Opere complete, Venezia 1907, I.djvu/511

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search



ATTO SECONDO..


SCENA PRIMA.

Beatrice e Lelio.

Lelio, Ah, signora, voi mi sembrate una Venere.

Beatrice. Anzi voi un bellissimo Adone.

Lelio. Se qualche cosa ewi nel volto mio di pregiabile, sarà un effetto del riverbero de’ vostri sguardi.

Beatrice. Eh no, signore, la vostra è una originale bellezza (•).

Lelio. Veramente siccome preziosa voi siete, tutto è prezioso ciò che da voi dipende.

Beatrice. Spiegatevi, non v’intendo.

Lelio. Sino la vostra cameriera partecipa delle peregrine adorabili qualità vostre (2).

(I) Segue nell’ed. Bettinelli: «Lei. (Vo’ingelosirla), (da sé) Beatr. (f^o’ diver-) tirmi), (da sé) ». (2) Bettin. aggiunge: « Beatr. (Rosaura ha fatta la parte sua), (da sé) Lei. (S’ingelosisce senz’altro), (da sé) ».