Pagina:Goldoni - Opere complete, Venezia 1908, III.djvu/122

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
114

Brighella. E come! El formagier particolarmente, dopo che l’ha fatto dottorar un so fio, ghe pareva d’esser deventà un gran signor.

Pantalone. Se tanto se sgionfa1 el pare, fegureve el fio.

Brighella. El sior Dottor? El sior Lustrissimo? la se figura! In casa se fava pan grosso, e a lu pan bianco fresco ogni matina. Per la famegia se cusina carne de manzo e qualche volta qualche capon. Per lu ghe giera sempre el colombin, la galinazza o la quagia. Quando lu parlava, el padre, la madre, i fradei, tutti stava co la bocca averta a ascoltarlo. Co i voleva autenticar qualche fatto, sostegnir qualche rason, i diseva: L’ha dito el Dottor; el Dottor l’ha dito, e basta cussì. Sentiva a dir dalla zente ch’el lustrissimo sior Dottor ghe ne saveva pochetto, ma però l’ha speso ben i so bezzi, perchè co l’occasion de la laura dottoral xe deventadi lustrissimi anca el padre e la madre, e se stava un poco co lori, deventava lustrissimo anca mi.

Pantalone. Mi vago a l’antiga e no me curo de titoli superlativi. Me basta aver bei bezzi in scarsela. Coi bezzi se magna, e coi titoli tante e tante volte se zuna. Diseme, caro vu, saveu spender?

Brighella. Anzi ho quasi sempre fatto da spendidor.

Pantalone. No vorave che fussi troppo innamora de sto bel mestier. Sappiè, amigo, che gh’ho i occhi in testa, e difficilmente ve riuscirà farmela portar2.

Brighella. Ma la me perdona; no so de cossa la s’intenda de parlar.

Pantalone. So a mena deo3 tutte le furberie dei spendidori. I compra tre lire de carne, e i mette in lista tre lire e quattro onze. La vien in tola; el paron, che no xe gonzo, el dise: per tre lire e quattr’onze la me par poca. El spendidor pronto al partio: la xe carne che cala; la xe cotta desfatta; la xe carne che se retira. Do trajereti se brova su un capon4, e pò sior patron: oh, el polame xe molto caro! In tel vin se ghe mette de l’acqua,

  1. Si gonfia. [nota originale]
  2. Ingannarmi. [nota originale]
  3. Le ho sulle dita, le so tutte. [nota originale]
  4. Dieci soldi si becca lo spenditore nella compera del cappone. [nota originale]