Pagina:Goldoni - Opere complete, Venezia 1908, III.djvu/504

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search



cosse che no vai niente, cosse indegne della gravità del Giudice che ne ascolta; e mi, che son l’infimo de tutti i avvocati, arrossisso squasi a parlarghene lungamente: che però vegno all’ultimo obbietto, salva per ultimo dall’avversario, perchè credudo el più forte, ma che, in quanto a mi, lo metto a mazzo coi altri. El disc: fermeve, che se la donazion me scantina (a), come donazion, ve farò un barattin (è), e de donazion ve la farò deventar testamento. E qua el me fa la distinzion legai della donazion, inler vicos e causa morlis; e perchè la donataria no podeva conseguir l’effetto della donazion, se non dopo la morte del donator, el dise: la xe una donazion causa mortis; la donazion causa mortis habet vini testamenti, onde non avendo fatto el donator altro testamento, questa se deve considerar per el so testamento. Fin adesso el mio rivento (’) avversario; adesso mo a mi, e per vegnir alle curte, con un dilemma ve sbrigo. Voleu che la sia donazion, o voleu che el sia testamento? Se l’ è donazion l’è invalida, se l’ è testamento noi tien. Forti a sto argomento, dai filosofi chiama cornuto, e vardevene ben, che el ve investe da tutte le bande. Se l’ è donazion, l’ è invalida, perchè per la sopravenienza dei fioi se revoca la donazion. Se l’ è testamento, noi tien, perchè quel testamento che no considera i fioi, che li priva dell’eredità e della legittima, i xe testamenti ipso jure nulli; e i xe nulli per le nostre venete leggi, e i xe nulli per tutte le leggi del ]us comun. Onde donazion invalida, testamento no tien, questa xe una tenacca (2), da dove no se se cava, senza perder el matador (3). Ma el matador l’ave perso, e mi la causa l’ho vadagnada, perchè so con chi parlo; l’ho vadagnada, perchè so de che parlo. Parlo con un Giudice, che intende e che sa; parlo d’una materia più chiara della luse del sol. Da un’unica carta dipende la disputa, la controversia, (a) Scantina, traballa. (è) Barattin, scambietto. (1) Zatta: rivendo. (2) Boerio: in tanacca, in bivio, in alternativa, in dubbio ecc. (3) ^ Voce spagnuola, e presso noi significa le principali carte del giuoco, come all’ombre la spadiglia, la maniglia, il busto; al Ireselte il tre, il due ecc. «: Boerio, Diz. del dialetto ven. cit.