Pagina:Goldoni - Opere complete, Venezia 1908, III.djvu/626

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search



sa più a chi creder. El mondo xe pien de busie, pien de inganni. Ma! hoggio da creder tutto? Sior no. Bisogna vegnir in chiaro della verità. L’omo che gh’ha giudizio, noi precipita le resoluzion. El ghe pensa, el se sodisfa, e pò el resolve. Cussi farò anca mi. Penserò, osserverò, e a logo e tempo, con prudenza e senza caldo, risolverò. (parie