Pagina:Goldoni - Opere complete, Venezia 1911, XI.djvu/494

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
480 ATTO QUARTO

Torquato.  Sì, mi risveglio adesso.

     «Felice me, se nel morir non reco
     «Questa mia peste ad infettar l’inferno.
     «Restine amor, venga sol sdegno meco,
     «E sia dell’ombra mia compagno eterno...
     «...Sani piaga di strai piaga d’amore,
     «E sia la morte medicina al cuore. (parte)

SCENA XVI.

La Marchesa Eleonora sola.

Misero! qual mi desta pietà del suo cordoglio?

Tutto quel che far puossi, far per suo bene io voglio.
     «.......... Essere a me conviene,
     «Se fui sola all’onor, sola alle pene. (parte)

Fine dell’Atto Quarto.