Pagina:Gramsci - Quaderni del carcere, Einaudi, I.djvu/579

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


572 QUADERNO 5 (ix) tà che le altre sono anche peggiori, in quanto sono inutili. Lo scetticismo è collegato col materialismo volgare e col po¬ sitivismo: è interessante un brano di Roberto Ardigò, in cui si dice che occorre lodare il Bergson per il suo volontari¬ smo1. Ma che significa ciò? Non è una confessione della impotenza della propria filosofia a spiegare il mondo, se oc¬ corre rivolgersi a un sistema opposto per trovare l’elemento necessario per la vita pratica? Questo punto di Ardigò (con¬ tenuto negli Scritti vari raccolti e ordinati da G. Marchesi¬ ni, Firenze, Le Monnier, 1922) deve essere messo in rap¬ porto con le tesi su Feuerbach di Marx2 e dimostra appunto di quanto Marx avesse superato la posizione filosofica del materialismo volgare. % t § { 40 ). Pirandello. Sulla concezione del mondo impli¬ cita nei drammi di Pirandello occorre leggere la prefazione di Benjamin Crémieux alla traduzione francese di Enrico IV (Éditions de la «N.R.F.») \ § (41 >. L'orientazione professionale. Cfr lo studio del padre Brucculeri nella «Civiltà Cattolica» del 6 ottobre, 3 novembre, 17 novembre 1928 vi si può trovare il primo materiale per una prima impostazione delle ricerche in pro¬ posito. Lo studio della quistione è complesso: 1) perché nella situazione attuale di divisione sociale delle funzioni, certi gruppi sono limitati nella loro scelta professionale (in¬ tesa in senso largo) da diverse condizioni, | economiche (non poter attendere) e tecniche (ogni anno di più di scuola modifica le disposizioni generali in chi deve scegliere la pro¬ fessione); 2) perché deve sempre esser tenuto presente il pericolo che gli istituti chiamati a giudicare sulle disposizio¬ ni del soggetto, lo indichino come capace di fare un certo la¬ voro anche quando egli non voglia accettare (questo caso è da tener presente dopo l’introduzione della razionalizzazio¬ ne ecc.; la quistione non è puramente tecnica, è anche sala¬ riale. L’industria americana si è servita degli alti salari per 1930-1932: