Pagina:Gramsci - Quaderni del carcere, Einaudi, I.djvu/676

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


miscellanea)

669 II Papato avrebbe fatto una mistione tra gli attributi del Pontefice Massimo e quelli delPImperatore divinizzato [(at¬ tributi che per le popolazioni del primo periodo non dove¬ vano essere sentiti come distinti per gli stessi imperatori)]. Cosi attraverso il Papato dovrebbe essere nato anche il di¬ ritto divino delle monarchie, riflesso del culto imperiale. La stessa necessità ha portato nel Giappone al culto del Mika¬ do, diventato poi solennità civile e non più religiosa. Si sarebbe verificato nel Cristianesimo ciò che si verifica nei periodi di Restaurazione in confronto ai periodi rivolu¬ zionari: l’accettazione mitigata e camuffata dei principi con¬ tro cui si era lottato. § (139). Nozioni enciclopediche. Nella serie dei termini italiani «Rinascimento», «Risorgimento», ecc., si può mettere la parola, d’origine francese e indicante un fatto prevalentemente francese, di « Restaurazione ». La coppia «formare» e «riformare» non è cosi evidente, perché una cosa formata si può continuamente « riformare » senza che ci sia stata una « catastrofe » intermedia, ciò' che invece è implicito in « Ri- nascimento», ecc., e in «Restaurazione»: la Chiesa Romana è stata | riformata più volte dall’interno. Invece nella «Riforma» protestante 70 c’è l’idea di rinascita e restaurazione della chiesa primitiva. Anche i cattolici parlano della « Riforma » della Chiesa fatta dal Concilio di Trento, ma solo i gesuiti si attengono scrupolosamente a questa no¬ menclatura; nella cultura laica, si parla di Riforma e Controriforma, cioè non è penetrato il convincimento che la Chiesa abbia subito una Riforma, ma semplicemente che abbia reagito contro la Riforma lu¬ terana. Sarebbe interessante vedere se questo concetto è nato già dopo il Concilio di Trento o quando: poiché in esso è contenuto un giudizio implicito negativo. Cfr Quaderno 26 (xii), pp. 12-13. § ( 140). Americanismo. Un libro per lo meno curioso, espressio¬ ne della reazione degli intellettuali provinciali all’americanismo è quello di C. A. Fanelli: VArtigianato. Sintesi di un'economia corpo- rativa, Spes editrice, Roma, 1929, in 8°, pp. xix-505, L. 30,00, di cui la «Civiltà Cattolica» del 17 agosto 1929 pubblica una recensione nell’articolo Problemi Sociali1 (che sarà del padre Brucculeri). È cu¬ rioso il fatto che il padre gesuita difende la civiltà moderna (nella sua manifestazione industriale) contro il Fanelli. Riporto alcuni brani ca-