Pagina:Grew - Lo sviluppo di un pianeta, 1914.djvu/150

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


ia8 Lo sviluppo di un pianeta materiale dai lati XX di A (Fig. 9) e collocandolo in Y, convertire la sfera in un elissoide. Quello sarebbe il secondo esempio tipico di de¬ formazione, il modello che s’approssima maggiormente al più semplice, e vi è un metodo matematico di trovare come in questi casi le regioni di elevazione e di depressione saranno regolarmente assestate sulla sfera. Il metodo ci dirà pure come, se una sorta di deformazione è sovrapposta ad un’altra, le re¬ gioni di elevazione e di depressione diventeranno nuovamente distribuire. Finalmente esso ci porrà in grado di analizzare ogni distribuzione di regioni di elevazione e di depressione (quale, per esempio, si ottiene sulla Terra), e di dire da quali alterazioni dei modelli tipici, 0 da quali sovrapposizioni dei loro effetti, essa può essere raggiunta. Distribuzioni matematiche di terra e di mare. Facendo ritorno alla più semplice deformazione, l’armonica sferica del primo grado, noi troveremmo che vi sarebbe una divisione di superficie in due emi¬ sferi ; uno elevato, depresso l’altro (uno di plus-unità, Fig. 8. Fig. 9.