Pagina:Grew - Lo sviluppo di un pianeta, 1914.djvu/158

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


Lo sviluppo di un pianeta 136 come una superfìcie di creste e di solchi. Dall’Atlan¬ tico del Sud corrono tre creste; una all’insù attraverso le Americhe; un’altra all’insù attraverso l’Africa e l’Asia ; una all’ingiù attraverso il continente Antartico. Dal mare del Giappone corrono pure tre solchi, uno all’ingiù attraverso l’Oceano Indiano; un altro all’ingiù attraverso il Pacifico; uno all’insù attraverso il Polo. Finalmente, prima che noi possiamo giungere alla distribuzione di elevazioni e di depressioni, come esse realmente esistono, noi dobbiamo addizionare insieme tutte le nostre condizioni. Noi non dobbiamo fermarci alla più semplice forma di distribuzione che tien cal¬ colo dello spostamento del centro di gravità della sfera: e noi non possiamo considerare la formazione di creste e di solchi, cagionata dalla rotazione, come un feno¬ meno che stia da sè isolato. Noi dobbiamo sovrap¬ porre gli effetti rappresentati da tutte le varie distri¬ buzioni armoniche di primo, secondo e terzo grado. Quando per tal modo sia stata fatta una rappresen¬ tazione composita con tutte le elevazioni e depressioni, noi giungeremo ad una figura teorica in cui sarà fatto vedere come e dove sono situate le regioni di eleva¬ zione e di depressione approssimativamente uguali. 11 Prof. Love ha disegnato questa figura (Fig. 18). Paragonatela adesso colla Fig. 19, che rappresenta