Pagina:Grew - Lo sviluppo di un pianeta, 1914.djvu/171

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


L’azione vulcanica U9 La superficie originale del globo quando l’azione vulcanica e le eruzioni ebbero principio, era molto al disotto della superficie presente, perchè lo sviluppo della Terra era ben lungi dall’essere completo. Chamberlin e Salisbury credono che la prima su¬ perficie vulcanica possa essere situata tanto come tra 1200 e 1500 miglia al disotto della superficie pre¬ sente (da 1920 a 2400 Km.). Sforzi della Terra. L’aspetto raggrinzito e contorto di quelle roccie Archeane, non può essere semplicemente attribuito al fatto che esse sono di origine ignea, e che per con¬ seguenza esse ribollirono in tal guisa da assumere queste forme caratteristiche. Alcune delle roccie Archeane, come può esser ve¬ duto nelle ripiegature degli strati nelle montagne, mostrano segni di essere state compresse da entrambi i lati: altre sembrano di essere state stiracchiate, la¬ cerate e divise quasi dalla tensione della crosta della Terra. Donde sorsero, in primo luogo, le forze che produssero queste configurazioni ? Un modo ingegnoso di spiegarle si è di rappresentarsi la Terra composta di grandi settori come gli spicchi di un’arancia. Sulla faccia esterna di uno di questi sta un continente. Su quello vicino giace un oceano. Ora se i settori continentali e quelli oceanici tutti si restringessero ugualmente in tutte le loro parti, allora ciascun settore profonderebbe nel suo proprio spazio e non vi sarebbe nessun ammassamento disu¬ guale. Ma se essi sprofondarono disugualmente — se per esempio i settori oceanici, a cagione del loro maggior peso, sprofondarono prima — allora noi possiamo vedere che i cunei oceanici premerebbero contro i cunei con¬ tinentali. Ed ancora, se i cunei stessi si restringessero disugualmente, le parti esteriori dei settori oceanici