Pagina:Grew - Lo sviluppo di un pianeta, 1914.djvu/178

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


156 Lo sviluppo ili un pianeta periodi possono dare origine a terremoti od anche a moti della Terra più decisivi. Questa è forse la più antica di tutte le opinioni ragionate circa le cause dei vulcani o dei terremoti ; ed è stata denominata la teoria esplosiva dei movi¬ menti della Terra. Il Dott. See coordina molti fatti per sostenere la risurrezione di questa teoria. I vul¬ cani sono al più sovente trovati lungo linee di coste dove una contrada montagnosa discende rapidamente sino alle grandi profondità dell’oceano — come lo at¬ testano le Ande ; o gli altipiani del Giappone in pros¬ simità delle grandi profondità del Pacifico ; oppure ancora il Vesuvio e l’Etna sui bordi del Mediterraneo. Queste sono pure regioni in cui i tremiti dei terremoti si fanno il più frequentemente sentire. Noi dovremmo ricorrere nuovamente a questa teoria quando parleremo delle cause dei terremoti : ma la sua applicazione spe¬ ciale a questo punto si è che il Dott. See si sforza di spiegare mediante quella la fabbricazione di catene di montagne. Sotto l’azione delle grandi pressioni nell’imo fondo dei mari profondi, egli suppone che l’acqua penetri nelle roccie e giunga a considerevoli profondità nella superficie della Terra. Colà essa è trattenuta ed assor¬ bita dai materiali sotto grandissime pressioni e ad alte temperature. In condizioni favorevoli quest’acqua al¬ tamente riscaldata diventa vapore esplosivo e produce un terremoto. E l’effetto suo è anche assai maggiore; esso solleva una parte del letto dell’oceano. Allora avviene uno spostamento di materiale, l’acqua affluisce nella cavità prodottasi : e maggior quantità di lava è iniettata sotto alla superficie del letto dall’altro lato della cavità. Realmente, sebbene non metodicamente, queste continue esplosioni di vapore producono una trincea col materiale scavato, che s’innalza da ciascun lato di essa. Se la lava che è cacciata al disotto del