Pagina:Grew - Lo sviluppo di un pianeta, 1914.djvu/195

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


L’atmosfera 171 nell’atmosfera circa 262.800 milioni di yardi cubici (circa 200.000 milioni di m. c.) al giorno (1). Gi- rardin suppone la produzione di gaz acido carbonico degli animali essere alcun che più del doppio di quella dell’uomo, e diremo dunque di circa 1.095.000 mi¬ lioni di chilogrammi all’anno. Ma vi rimangono ancora altre fonti di questo gaz. Tutte le piante, mentre esse scompongono l’acido carbonico come parte del loro metodo di nutrizione, respirano nello stesso modo degli animali ed esalano acido carbonico tanto quanto ossigeno. Tutti i fuochi del mondo; la lenta produzione del gaz dalla distruzione di materia ve¬ getale ; le sorgenti minerali ed i vulcani, tutto vi con¬ tribuisce. Egli è diffìcile di formarsi un’idea della quantità totale del gaz esalato : ma Armando Gautier viene alla conclusione che l’ammontare non può essere molto lontano dai cinque bilioni di chilogrammi al¬ l’anno. Il peso totale dell’intiera atmosfera è all’in- circa centomila volte più grande. Controbilanciarsi dei gaz. La relazione tra l’acido carbonico emesso dagli uomini ed il ricambio di carbonio e d’ossigeno delle piante presenta parecchi aspetti. È stato calcolato che circa 2 acri e *|2 (un ettaro) di foresta producono ogni anno 3000 chilogrammi di carbonio, sotto forma di legno e di foglie. Durante la metà di un anno di sviluppo attivo, gli alberi devono trarre dall’aria al- l’incirca 5600 yardi cubici (circa 4276 m. c.) di acido carbonico e devono darle in cambio circa la stessa quan¬ tità di ossigeno ; la stessa proporzione è ancor giusta con un campo di biade. Trentadue persone emettono (1) Russell, Smithsonian Miscellaneous Collectioris.