Pagina:Grew - Lo sviluppo di un pianeta, 1914.djvu/204

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


i8o Lo sviluppo di un pianeta al loro sviluppo e svolgimento, ma quando essa di¬ venne troppo forte (potremo noi dire cosi ?) per essi, essi si sono rinchiusi mediante membrane, od emigra¬ rono verso le terre. Quinton suppone che essi abbiano preso il liquido del primissimo oceano con loro stessi, nei loro corpi suggellati ; e che i loro discendenti abbiano ritenuto quello, o qualche cosa di molto simile a quello, da quel tempo in poi. Se noi accettiamo questa credenza incondizionata¬ mente, allora il liquido del sangue dei mammiferi essendo un liquido caldo, salato, noi dovremmo sup¬ porre che l’oceano primitivo, quasi identico in com¬ posizione con questo liquido, fosse un oceano caldo con una temperatura di circa in0 F. (440 C.) e con circa sette ad otto parti su mille di materia salata, principalmente cloruro di sodio. Questa opinione non può, tuttavia, essere accettata incondizionatamente perchè sembra, colla massima verosimiglianza, che l’oceano si fosse alterato nella sua composizione prima che esso spingesse le cellule più forti e più adattabili ad emigrare sulle terre od a pro¬ teggersi con membrane od in altri modi. Critiche dell'ipotesi. 11 Dott. A. C. Lane (1), nel trovar commendevole la suggestiva teoria di Quinton, offre qualche critica che la illumina su taluni punti minori. Per esempio, la temperatura di iri0 F. (440 C.) che Quinton as¬ segna all’oceano primitivo è derivata da un paragone con la temperatura del sangue più caldo degli uccelli. Egli è certamente un fatto notevole che dai tropici ai (1) American Association for thè Advancement of Science, Pre- sidential Address to Section E (Geology), 1907.