Pagina:Grew - Lo sviluppo di un pianeta, 1914.djvu/276

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


2?2 Lo sviluppo di un pianeta altra o rovesciando persino le due porzioni di un letto sedimentario di roccia, come si potrebbe fare chiudendo un libro aperto. Questi fatti evidenti del movimento della crosta, comuni come essi sono tra le roccie se¬ dimentarie, sono più comuni nelle roccie ignee, ed i più comunissimi nelle più antichissime roccie cono¬ sciute. Nelle roccie Archeane una condizione contorta appare essere pressoché universale. Nel precedente capitolo sono state prese in esame le cause relativamente minute, le quali, per l’aggre¬ gazione loro tanto per il tempo quanto per estensione, modificano profondamente il carattere e l’aspetto delle roccie. Ma per le distorsioni, ripiegamenti, ed altera¬ zioni negli strati, viene abitualmente ricercata qualche altra causa, ed essa è attribuita dalla maggioranza dei geologi ai movimenti della crosta della Terra. È sup¬ posto che le cause, le quali hanno fatto contrarre gli strati, siano le medesime che hanno sollevate le mon¬ tagne ; e che entrambe siano dovute ai movimenti della crosta della Terra. Di questi movimenti distin¬ guiamo due sorta: quelli che sono percettibili, spasmo¬ dicamente od intermittentemente ; e quelli che devono essere arguiti. Egli è possibile che essi siano uniti ; e che essi nascano da una stessa causa. Movimenti di terremoti. 1 movimenti intermittenti o spasmodici sono i ter¬ remoti, grandi o piccoli. I movimenti arguiti sono quelli che noi dobbiamo aspettarci che siano il risul¬ tato del trasferimento cumulativo di fanghi e di sabbie dalla regione delle terre alla regione del mare. È pos¬ sibile che i trasferimenti di peso possano intermitten¬ temente alterare l’equilibrio dei piattelli della bilancia della Terra, e cagionare i movimenti di questa. Sembra più probabile che qualche altra causa vada operando indipendentemente per sollevare la piattaforma delle