Pagina:Grew - Lo sviluppo di un pianeta, 1914.djvu/297

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


Movimenti della terra 273 perturbata 0 scossa non è per estensione paragonabile a quelle che sono sensibili ad un grande terremoto. Il Giappone ha dei vulcani ed è scosso da terremoti ; ma i terremoti nascono 0 sulla costa di levante, 0 nell’oceano all’est delle isole; ed i loro effetti si svi¬ luppano sempre meno sensibilmente nell’interno delle terre, finché appiè delle interne montagne, dove si trova un gran numero di vulcani, i terremoti sono ap¬ pena percettibili. Similmente nel Messico le regioni le più violentemente scosse da terremoti sono remote il più lontano possibile dai vulcani. Le regioni di terre¬ moti sono presso all’altipiano di Anahuac ed alla costa del Pacifico : le regioni vulcaniche al nord-ovest sono poco perturbate da terremoti. Ed ancora le rive dell’Atlantico nell’Istmo di Tehuantepec (America Centrale) è completamente esente da terremoti, a di¬ spetto delle frequenti eruzioni del vulcano di Tuxtla ; e la stessa indipendenza di azione tra un vulcano ed un terremoto sembra mantenersi costante nel più gran numero di regioni che stanno lungo la costa del Pa¬ cifico. Sconnessione tra il vulcanismo ed i terremoti. L’assenza di relazione tra terremoti e vulcani non è supposta semplicemente per questa assenza super¬ ficiale di una innegabile connessione tra di essi. Le eruzioni di un vulcano sono semplicemente l’ultima, e relativamente insignificante, manifestazione di un qualche avvenimento che è andato svolgendosi al di¬ sotto della superficie. Quando un vulcano si è estinto, ed ha cessato di accumulare scorie e cenere, l’erosione può alla lunga spazzar via il suo cono di lapilli e porre a nudo le sue fondazioni. Si può allora notare che la lava accumulata nelle sue profondità e nei crepacci, nei dicchi e nel camino, non è solidificata nello stesso E. S. tiREW 1R