Pagina:Grew - Lo sviluppo di un pianeta, 1914.djvu/332

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


308 Lo sviluppo di un pianeta acque fu interrotta, rimase eliminata una causa della conservazione di un clima comparativamente caldo ed uniforme nelle parti settentrionali. Si manifestarono eziandio altre conseguenze dell’al¬ terazione del mare e delle terre. Come le superfici dei bassi fondi marini furono esposte, l’atmosfera cominciò ad agire sulle nuove superfici. Noi non siamo costretti di supporre che l’aria, od il mare fossero allora iden¬ tici per costituzione a quelli che sono adesso, sebbene il fatto delle condizioni deH’addiacciamento nel Cam¬ briano, le evidenze dell’aridità nel Siluriano, e quelle di vita in entrambi, ci vietino di presumere che esse fossero radicalmente differenti. Una presunzione che darà aiuto nello spiegare tanto il clima dello stadio di riposo, quanto dello stadio che tenne dietro a quello, si è che, mentre che nel primo di essi gli oceani comin¬ ciarono a perdere il loro acido carbonico ed i loro carbonati, e che l’aria diventò più ricca, tanto di os¬ sigeno, quanto di acido carbonico — nel secondo stadio, ossia in quello di sollevamento degli strati, l’aria cominciò a condividere colle nuove terre, colle quali essa era allora venuta in contatto, il suo acido carbonico ed il suo ossigeno. Atmosfera e Clima. Questo non fu già il solo effetto risentito dall’aria. L’interruzione della circolazione dell’acqua e l’accre¬ scimento di terre contribuirono, ciascuno a suo modo, a differenziare il globo in regioni calde e fredde. Sor¬ sero dei venti, ad ogni modo in parte, dovuti al ri- scaldamento disuguale delle superfici delle terre ; ed una circolazione d’aria, maggiormente vigorosa, avrebbe intensificato il clima. Inoltre, come l’umidità dell’atmo¬ sfera, seguendo l’acido carbonico e l’ossigeno cominciò a scemare col crescere dell’area delle terre, l’azione