Pagina:Grew - Lo sviluppo di un pianeta, 1914.djvu/344

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


320 Lo sviluppo di un pianeta della Terra; ed il periodo Siluriano principiò e con¬ tinuò con un’altra serie di forme di vita, di cui alcune furono riferite a quelle antenate del Cambriano, ma al¬ cune, e quest’ultime erano le forme più elevate, erano nuove. Allora vi fu un’altra interruzione: ed un’altra epoca, con altre, e più nuove, e più avanzate forme di vita. Prima di Darwin i geologi erano proclivi ad imma¬ ginare che con ciascuna epoca nuova, la vita oppure — diremo noi ? — le più nuove e più alte forme di essa, fossero create nuovamente per il nuovo punto di par¬ tenza. Colla modificazione di Darwin la teoria divenne di gran lunga più semplice. Ciascuna nuova forma di vita, quantunque essa potesse apparire caratteristica di una qualche epoca, era soltanto la discendente di qualche altra antenata dell’epoca anteriore. I gradi della discendenza sono andati smarriti ; gli anelli mancanti sono stati distrutti. Egli è possibile che questo sia avvenuto perchè gli anelli mancanti erano della natura di forme di transizione, e quindi di un carattere più effimero ed in numeri meno lar¬ gamente diffusi di quanto noi fossero le forme che erano precisamente adatte ai nuovi ambienti circo¬ stanti. Forse esistono dessi tuttora allo stato di fossili ma non sono ancor stati scoperti. Infine i fossili sono puramente degli episodi dispersi nella storia della vita, e la loro permanenza spesso non è niente di più che un fortunoso accidente. Darwin ha predetto che col progresso delle ricerche qualcuna delle breccie sarebbe stata colmata. Fu questa un’aspettazione nella quale egli ha nutrito la più tenace fiducia, perchè la teoria di Lyell dell’accrescimento graduale e non interrotto dagli strati ha rimosso la possibilità che l’intera vita di un’epoca, od una grandissima parte di quella, sia stata inghiottita o rimossa da una qualche catastrofe mondiale.