Pagina:Grew - Lo sviluppo di un pianeta, 1914.djvu/351

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


L’influenza della vita 327 da altri composti che la forma di vita richieda nella più grande quantità, e dal nitrogeno (azoto). Essi tutti sono costituenti dell’atmosfera. Noi pos- siam dire che il materiale principale della vita viene dall’atmosfera ; oppure che la vita e l’atmosfera di¬ pendono l’una dall’altra. Vi sono tuttavia, molti altri elementi oltre a quelli dell’atmosfera, come lo zolfo, il fosforo, il silicio, il ferro, il calcio, il cloro, il po¬ tassio, il sodio, che sono più o meno necessari alle numerose forme di vita, o sono da esse impiegate nei loro scheletri o nei loro tegumenti. La vita, per conseguenza, può aver influenza sulle quantità e sulle proprietà dell’atmosfera. Essa può essere un ajuto od un impedimento alla desintegrazione od all’erosione ed al deposito. Essa può produrre dei depositi organici, tali come la torba ed il carbone ; o di materia organica come il corallo, le marne conchilifere oppure il limo di diatomee. Di questi tre effetti, il primo, sebbene sia il meno evidente, è forse il più importante. Si crede che il biossido di carbonio dell’atmosfera, il quale ha alimentato le forme di vita vegetali sin dal loro primo apparire, sia andato soggetto a dimi¬ nuzione continua, sebbene esso sia stato sottoposto a fluttuazioni circa la sua quantità. L’ossigeno dell’atmosfera, sebbene pur esso soggetto a fluttuazioni, è probabilmente cresciuto di quantità. L’azoto è andato probabilmente crescendo tanto realmente, quanto relativamente, perchè l’azoto libero vien meno consumato in via diretta dalle forme di vita. Le proprietà di questi tre costituenti, biossido di carbonio, ossigeno ed azoto possono essere alterate dal vigore e dal numero delle forme di vita. Una conseguenza è di già stata indicata. L’ossigeno e