Pagina:Grew - Lo sviluppo di un pianeta, 1914.djvu/38

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


Lo sviluppo di un pianeta 20 ture in un caso; e sottraendo l’una dall’altra nell’altro caso; e prendendo la proporzione. Allora 6 +4 = io; 6—4 = 2;.-. rapporto io: 2 oppure 5 : 1). Se il pas¬ sante rallenta la sua andatura sino al bighellonare per due miglia all’ora, il rapporto cadrà a due omnibus incontrati per ognuno che lo oltrepassi ; mentre se egli comincia ad accelerare la sua andatura verso i sei miglia all’ora il rapporto diviene enorme. Cosicché se in definitiva egli cammina realmente altrettanto velocemente degli omnibus egli giammai non sarà più raggiunto ; ed ove egli corra ancora più rapido egli comincierà ad oltrepassarli. Questi effettivamente andranno lenta¬ mente dietro a lui nella stessa direzione, relativamente a lui, come quelli che egli realmente va incontrando. Vi possono essere tuttavia, altri veicoli in moto più rapido come trams 0 automobili, che ancora lo raggiungeranno venendo da dietro a lui. Se essi fanno parte di un servizio regolare le stesse norme si ap¬ plicheranno ad essi. In poche parole, qualsivoglia servizio misto possa aver luogo sulla strada, purché esso si eserciti con moto uguale nell'uno e nell'altro senso, l'uomo può calcolare il rapporto dei veicoli che egli incon¬ trerà a quelli che lo oltrepasseranno nella stessa di lui direzione, se egli conosce la sua propria andatura e quella dei veicoli. Ma, allo scopo di utilizzare per i nostri propositi di calcoli questo stato di cose, egli è evidente che i veicoli non devono andare tutti in una direzione sola ; essi devono muoversi avanti e indietro ugualmente. Fintantoché essi vanno così facendo il camminatore può scoprire qualche cosa d’altro oltre alle velocità relative. Supponete per un momento che egli sia so¬ speso in un pallone al disopra della strada, di notte, e supponete che tutti i veicoli siano illuminati. In un pallone la sensazione del movimento è così impercet-