Pagina:Grew - Lo sviluppo di un pianeta, 1914.djvu/41

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


La formazione di sistemi solari 23 cato i risultati del Prof. Kapteyn, risolvendoli egli stesso col paragonarli col catalogo delle stelle di Groom- bridge. Ora noi abbiam detto che l’areonauta viag¬ giando verso il nord incontrerà il massimo numero di luci provenienti dal Nord ; ed il minimo dal Sud. Rappresentisi.egli il numero contato da ogni dire¬ zione per mezzo di una linea tirata da un punto C in quella direzione, e lunga per l’appunto in centi- metri, quanto è il numero da lui contato. Quindi : N. Fig. 3 (Il punto C è il centro della ligura). Se vi fosse solo una direzione di stelle, gli osser¬ vatori otterrebbero un ovale alquanto simigliante alla figura qui sopra. Ma quando il Sig. Eddington ha tracciato la sua curva egli non ha trovato affatto un ovale; ma una linea rassomigliante a qualche cosa che il Prof. Turner ha paragonato ad un coniglio. La curva aveva un collo distinto ad una estremità che le toglieva la qualità di ovale e, da un punto di vista matematico aiutava l’ipotesi di Kapteyn che vi fos¬ sero due serie di stelle. Il Sig. Eddington mostrò che la curva simile al coniglio poteva matematicamente essere considerata come una curva completa consi¬ stente di due ovali. Egli l’ha analizzata e poscia l’ha sintetizzata ; ed ha dimostralo che a ciascun ovale potevano essere assegnate certe stelle. Egli fece questo sei volte con differenti gruppi di stelle ; ed ha dimo¬ strato che le curve indicavano soddisfacentemente la