Pagina:Grew - Lo sviluppo di un pianeta, 1914.djvu/43

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


La formazione di sistemi solari 25 che esse siano in moto sovra linee parallele ; ma per le leggi della prospettiva queste linee appaiono con¬ vergere ad un punto di fuga, che il Prof. Boss ha denominato un convergente. Un’idea simile fu dap¬ prima discussa da Procter (i) quarantanni fa. Egli dimostrò che grandi gruppi di stelle erano animati da un moto attraverso il cielo nella stessa direzione e colla stessa velocità. 11 più segnalato esempio si trova nelle sette stelle della costellazione della Grande Orsa o Carro di Boote. Delle sette, le cinque di mezzo vanno fuggendo via insieme ed allontanandosi dalla terra : le due di punta all’estremità del timone, stanno venendo verso di noi. Ma queste due non sono sole nei cieli. Esse appartengono alla stessa compagnia a cui appartiene Sirio, ed alla quale appartengono pure sei altre stelle — la più rilucente nella Corona del Nord, una nel Lione, una neil’Eridano, ed una nell’Auriga. — Queste sono state scoperte dal Dott. Ejmas Hertsprung (2) di Gottinga. Esse sono molto disperse per il cielo, e ve ne possono pur essere delle altre non ancora scoperte. Esse si muovono in corse parallele attraverso l’uni¬ verso di stelle come uno stormo di uccelli migratori, e qualcuna della loro brillante squadra è passata accanto a noi, e qualcuna non ci ha ancora raggiunti. Egli è possibile che il nostro sia un sole di un ammasso di stelle che si muova come quello anzidetto. La stella variabile Algol col suo compagno oscuro può andare muovendosi con noi ; e così può essere della sua vicina, la stella Beta della costellazione Perseo, ed una stella dell’Aquila, e due del Cigno possono an¬ dare avviandosi sul nostro percorso. La scoperta fatta dal Prof. Boss dei moti paralleli di trentanove stelle ha dato un nuovo impulso allo (1) « Proc. Roy. Soc. ». Voi. XVIII, p. 169. (z)« Astrophysical Journal ». Voi XXX, p. 138.