Pagina:Grew - Lo sviluppo di un pianeta, 1914.djvu/434

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


408 Lo sviluppo di un pianeta meridionale, dalla Palestina sino a Malacca ; nell’Ame¬ rica del Nord e nel Canada, e neH’America del Sud. Infatti in un senso il « boucher » di Chelles prova troppo, perchè noi non possiamo supporre che tutto il genere umano, sovra tutto il mondo, fosse a quel tempo della razza di Chelles; oppure che il « boucher » fosse caratteristico di un’epoca sola, quella di Chelles. Probabilmente l’idea del « boucher » ebbe le sue origini presso un qualche popolo e lentamente si dif¬ fuse sopra tutto il mondo in un sol tempo oppure in epoche successive. Il « boucher » di Chelles, per palesare un altro punto di vista, fu seguito dal « boucher » di St. Acheul (nome di un villaggio), il quale è molto più piatto, non così spesso, e per conseguenza più leggero. Esso è più accuratamente fatto, ed è non solamente un arnese meglio finito ma ne è uno di maggior effi¬ cienza. L’età di St. Acheul — noi andiamo suppo¬ nendo ve ne fosse una — rifinì similmente i raschiatoi e gli scalpelli. Si presume che durante questa età il clima andasse facendosi via via più freddo. All’età di St. Acheul tenne dietro a suo turno quella Mou- steriana (i). Gli uomini di questa età ancora mag¬ giormente raffinarono le armi di quarzo; e, sino ad un certo punto il «boucher» sembra di essere caduto fuori d’uso; e l’arnese il più caratterisco di quest’età si è la « punta » Mousteriana. Essa è di una lun¬ ghezza compresa tra due e sei pollici (tra 5 e 15 cm.) ed è spesse volte accuratamente ritoccata, il raschiatoio Mousteriano è pure un arnese finamente lavorato. Noi adesso cominciamo a raggiungere gli orizzonti dell’età Paleolitica superiore, quando la geografìa del¬ l’Europa andava mutando, ed il mare dapprima si (1) Cosi denominata dal distretto di Le Moustier nella Dor- dogna.