Pagina:Grew - Lo sviluppo di un pianeta, 1914.djvu/74

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


54 Lo sviluppo di un pianeta teri sulla Terra formati durante la sua storia primi¬ tiva in condizioni consimili, essi sono stati obliterati da avvenimenti consecutivi, poiché tutti i crateri attual¬ mente esistenti, oppure che possono essere rintracciati, sono del tipo esplosivo, e del tipo che forma un cono di dejezioni. 1 crateri di lava, in cui rinviensi la lava in massi non rotti, sono rari : sebbene ve ne sia un bellissimo esempio nelle isole Hawayane in Halealka, nell’isola di Maui, che ha l’ampiezza di circa sette miglia di lunghezza per due di larghezza. Esso è profondo 2000 piedi all’incirca (i).Viè pure un cratere estinto d’ina¬ bissamento, adesso ripieno d’acqua, e noto col nome di Lago del Cratere, nell’Oregon, che ha un’area di trenta miglia quadrate (78 Km. q.) ed ha la profon¬ dità di 3000 piedi (900 m.). Queste dimensioni sono esigue al paragone di quelle di Clavius nella Luna, che misura 843 miglia (Km. 229 circa) di diametro, ed ha profondità di due miglia e mezzo (Km. 4); oppure in confronto di quelle di Shickard, 134 miglia di diametro (Km. 214,4). Ma in Haway la formazione di questi crateri ed anelli di lava può essere osservata, ed apparentemente essi formano una buona guida per la formazione di anelli consimili sulla Luna. Noi citiamo alcuni passaggi dell’opera del prof. W. H. Pickering. « Caratteristiche fisiche Lunari ed Hawayane paragonate tra di loro » (2) per illustrare il processo di formazione dell’anello di un cratere : « Halemaumau, tale è il nome dell’abisso, è il centro dell’attività vulcanica in Kilauea. Quando il baratro di Halemaumau è svuotato ciò avviene sempre (ij 11 cratere suddetto è lungo all’incirca Km. 11,2 e largo circa 3,2. La profondità giunge a m. 700 circa. (Nota del Tradut¬ tore). (2) « Memoirs of thè American Academy », Voi. XII, Aprii 1906.