Pagina:Guida della città e provincia di Bergamo.djvu/11

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

= 13 =

tinone da Treviglio — Giacomo Palma Vecchio. — Polidoro Caldara da Caravaggio — Lorenzo Lotto — Girolamo Coleoni — Francesco Terzi — Gio. Battista Moroni — Gian Paolo Lolmo — Pietro Ronzelli- Giampaolo Cavagna — Enea Talpino da Salmeggia ecc.

Nel XVII° e XVIII° secolo Carlo Ceresa. — Evaristo Baschenis — Vittor Ghislandi detto il frate di Galgario — Antonio Cifrondi — Dellera — Borromini — Gozzi ecc.


Architetti.


Bartolomeo Bono, scultore ed architetto. La Repubblica di Venezia gli affidò la fabbrica delle Procurative vecchie; fece il pinnacolo del campanile di S. Marco, la Scuola di S. Rocco ecc. — Guglielmo Bergamasco, autore della Capella Emiliana nell’isola di S. Michele a Venezia ecc. — Alessio Agliardi adoperato da Venezia pei ripari sulla Brenta. Pietro Isabello detto Abano — Pietro Fansago di Clusone, ingegnere e meccanico, inventore degli orologi mostranti il corso del sole sopra i segni del zodiaco ecc. Cosimo Fanzago, architetto e scultore, lavorò assai a Napoli. Gio. Battista Vertova architetto delle mura di Malta. — Francesco Zignoni inventore di bombe per recar soccorso agli assediati. — Giacomo Quarenghi architetto.