Pagina:Guida della città e provincia di Bergamo.djvu/12

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

= 14 =



Intarsiatori ed Intagliatori in legno.


L’arte delle tarsie e dell’intaglio in legno è antica in Bergamo e vi fu coltivata in modo insigne. I Capodiferro, i Belli, i Caniana, i Fantoni lasciarono in patria opere stupende, benchè poco note al di fuori. Frate Damiano, Stefano Zambelli suo fratello, Francesco Zambelli, forse loro cugino, lasciarono opere famose in S. Domenico di Bologna, in S. Pietro di Perugia, e nel Duomo di Genova.


Maestri di Musica.


Bergamo vanta di avere ospitato fin da giovinetto il celebre m. Simone Mayr, nato in Mendorf in Baviera il 14 giugno 1763, morto a Bergamo il 2 dicembre 1845. Egli avea adottata questa città come seconda patria. Fu maestro di Capella in S. Maria Maggiore e Direttore dell’Istituto musicale della Misericordia. Ebbe molti scolari, che si distinsero, fra i quali i due Donizetti, Giuseppe morto a Costantinopoli, Capo delle Bande dell’impero turco, e Gaetano Donizetti. Questi nacque in Bergamo il 25 Settembre 1798, moriva l’8 Aprile 1848 in casa Bazzoni, come da lapide sulla parte esterna in via S. Cassiano. Entro s’è conservata religiosamente la stanza, come l’abitava il Maestro ne’ giorni miserandi della sua infermità.