Pagina:Guida della città e provincia di Bergamo.djvu/17

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

= 19 =

sono 308, con una media di popolazione di 900 abitanti.


CENNI

intorno all’industria della Provincia.


Il terreno della Provincia non produce a sufficienza per alimentare la popolazione; si spende per importazione di grano turco, frumento, riso, vino ed olio intorno a dieci milioni di lire all’anno in via ordinaria. Si produce però da esportare, in seta, in lana, tele, ferro, ed altri minerali, cera, carta, combustibili, pietre, marmi, ecc.

I centri principali in industria e commercio sono: Bergamo, Alzano, Treviglio, Lovere, Gandino, Clusone, Sarnico ed Albino.

Percorsa dai fiumi Serio e Brembo e fiancheggiata dall’Oglio e dall’Adda può disporre per le industrie d’una grande quantità di forza motrice. La valle Seriana così chiamata dal fiume che discende direttamente da nord-est verso il centro della Provincia, è una località delle più industriose, ed è chiamata ad un avvenire assai prospero. Vanta già un grande numero di filande, molti torcitoj, stabilimenti di filatura di cotone; possiede ricche miniere di ferro, come di ottime pietre coti, buone roccie pei cementi idraulici, cave di lignite, marmi pregiati; fabbriche di