Pagina:Guida della città e provincia di Bergamo.djvu/20

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

= 22 =


Panni. — Da molte case è coltivata con intelligenza ed amore degni di encomio quest’industria e sono presso a 60 quelle che vi si occupano in Gandino, e nei vicini comuni.

In Gandino poi oltre ai panni ed alle coperte di lana si fabbricano anche coperte di cascami di cotone e di cascami di seta in notevole quantità.

Cotone. — Mentre in molti luoghi d’Italia il cotonificio ha dovuto cessare per effetto dei trattati di Commercio, nella Provincia di Bergamo grazie alla qualità dei prodotti e alla prudenza ed attività dei proprietarj degli Stabilimenti, ha potuto reggersi e continuare, introducendo però notevoli perfezionamenti nel sistema di lavorazione.

Vi hanno tre stabilimenti di filatura due in Bergamo ed uno a Torre Boldone. Ve ne sono in Bergamo e Seriate, di tessitura di cotone e di cotonine con telaj. Tra operaj ed operaje vi lavorano più migliaja di persone tutto l’anno.

Lino. — Allo sbocco della Val Brembana nel Comune di Villa d’Almè sorge un grandioso Opificio di filatura di lino a macchina, uno tra i primi Stabilimenti d’Italia di questo genere, pel numero dei lavoranti, per la quantità e qualità dei prodotti e pel florido andamento.