Pagina:Historia della Sacra Real Maestà di Christina Alessandra Regina di Svetia.pdf/115

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


to il rimanente ha del nobile, e del maestoso. Di qui s’avanzò verso Landsperg sei leghe più avanti, Città spettante all’Elettore di Baviera, cinta da forti mura antiche, situata sul fiume Lech, e molto nomata nelle ultime historie. Alli confini del territorio di questa con quella di Augusta ad una Chiesa chiamata Kircle, si trovarono due compagnie di cavalleria dell’Elettore, per incontrarla, & accompagnarla alla Città, dove fu ricevuta dal Baron Hasslang, Maresciallo della Corte, e Consigliere, e dal Barone Leinlig Camariere secreto di S. A. Elettorale, soggetti molto riguardevoli, espressamente mandati da Monaco per servire Sua Maestà. Con questi due Signori erano 9 Gentilhuomini della Corte Elettorale, & il Conte di Maischbraun coppiere, il Barone di Gersheim Trinciante, il Sig. Welser Scalco, e’l Dottor Vidman Mastro di casa, & altri officiali con sei paggi, & altretanti Palafrenieri tutti ben all’ordine. Fu Sua Maestà con tutta la sua Corte trattata alla grande, e con straordinaria magnificenza, e splendidezza, & a nome dell’Elettore alloggiò nel Palazzo del Sig. Mandel. Quivi si fermò due giorni, aspettando da Monaco carrozze atte a penetrar per le anguste strade delle montagne del Tirolo, per dove non era possibile, che passasse con le sue, e quelle prontamente venute la portarono il dì delli 25 al Villaggio di Welaim quattro leghe distante, l’altro a Morna altre tanta strada, & alli 27 a Parkirchen, sempre servita dalla sudetta cavalleria, & officiali di Baviera.