Pagina:Historia della Sacra Real Maestà di Christina Alessandra Regina di Svetia.pdf/84

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
46 Historia della Regina di Svetia

La notte delli 10. stette in un villaggio vicino alla Piazza di Gorcum, e la mattina seguente, passando per detta Piazza assai forte sopra il fiume Vahal si condusse a Breda, fortezza altre tanto principale della Brabantia, quanto nelle passate guerre rinomata. Alli 12. Agosto terminò il suo viaggio in Anversa, entrandovi privatamente col prender allogio in casa di Don Garzia d’Yliano Portughese, soggetto de più ricchi, e principali di quella famosa Città.

[Arriva in Anversa]Il giorno seguente sopragionta dalla sua Corte, si vestì da Donna, e ricevè la visita da Don Baltassar Marcadero Castellano della Cittadella soggetto di chiara fama, e di sommo valore, poi di mano in mano da Magistrati della Città, e da gli altri più cospicui Signori di quella nobilissima patria.

Concorsero tutti con egual curiosità, & ossequio à vederla, & abbagliandosi nello splendore di doti, e prerogative sì rare, non potevano con maggior [Appalausi con quali e veduta in quella Città.]applauso riconoscerla, che con quello d’una affettuosa, e riverente ammirazione. La folla de Cittadini fu per alcuni giorni si grande, che con stento grandissimo, si potè transitare per le contrade alla di lei habitazione contigue.

In questo tempo l’Arciduca, il Principe di Condè, il Duca di Lorena, il Conte di Fuensaldagna con tutti gli altri Principi, e Grandi destinati alla direzione, e commando dell’armi di Fiandra si trovavano in campo sotto l’importantissima Città d’Arras, valorosamente difesa da Francesi, e con grand’impulso, e vigore