Pagina:I Duelli Mortali Del Secolo XIX, Battistelli, 1899.djvu/111

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

99



Luglio 1843. — Un altro duello all’americana accadde, nel luglio 1843, a Warrenton, nello stato di Virginia, e in condizioni assolutamente fuori d’ogni legge cavalleresca, e di senso comune.

Robert Lee, figlio dell’attorney generale degli Stati Uniti, avendo ragioni di dolersi di certo signor Moore, parente del famoso Commodoro Moore, dichiarò che avrebbe trattato a colpi di frustino l’avversario, ovunque lo incontrasse.

Thomas Moore, figlio del minacciato, chiese ragione dell’insulto; per cui si convenne di battersi in duello. Tra i testimoni v’era, immaginate chi? il padre dello stesso Moore, causa del duello! Ma son cose che succedono in America!

Allorchè si fu sul terreno, Thomas Moore richiese a Lee, se era vero che aveva, minacciato suo padre. Sulla risposta affermativa di Lee, Moore lo colpi leggermente con un bastoncino, che gettò per armare la pistola.

Nessuno s’era incaricato di misurare le distanze.

Il giovane Lee, che aveva fatto alcuni passi indietro, sparò per primo, ma non prese bersaglio. Moore tirò a sua volta e colpì Lee. Moore voleva tirare un secondo colpo: ma la pistola fece cecca. Il padre premurosamente gli consegnò un’altra pistola; ma per l’intervento dei padrini il duello cessò.

Lee era stato ferito mortalmente. La palla, dopo avergli fracassato una costola a sinistra, aveva traversato il polmone e s’era allogata nelle false coste del lato destro. Dopo pochi minuti, Lee spirò, e la giustizia.... tacque.


1844. Chocheran-May. — Sempre in America! Il 15 febbraio 1844 in un ritrovo del giovedì grasso, un giovanotto, certo Cocheran, figlio di un ricco proprietario di Washington,