Pagina:I Duelli Mortali Del Secolo XIX, Battistelli, 1899.djvu/132

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
120


«Ed eccoci sul terreno.

«Dopo qualche minuto di lotta e durante un riposo di qualche istante, i padrini di Broustet avrebbero consigliato al loro cliente di presentare le scuse all’avversario. Il signor Broustet essendovisi rifiutato, i due avversari furono collocati nuovamente in guardia e dopo un breve attrito di ferri, il signor Chaine riceveva una ferita, che ne cagionava la morte immediata».


1859. — L’Écho du Pacifique del 20 settembre 1859, racconta:

«La città di S. Francisco era tutta sossopra per il duello accaduto tra il senatore al Congresso, signor Broderick e un magistrato della Corte suprema, signor Terry. Si sapeva che al primo sparo di pistola Broderik era stato colpito dall’avversario, e ch’era stato ricondotto in città quasi morto.

«Il duello ebbe luogo ieri 19, alle sette del mattino, nella contea di San Matteo, in un terreno di proprietà del signor Davis, posto a due miglia dal lago Merced, a dodici circa da San Francisco.

«Più di settanta persone erano presenti allo scontro.

«I padrini del senatore scelsero il posto e comandarono il fuoco. I due primi si collocarono a dieci passi. Le pistole erano state caricate dall’armaiuolo Bernardo Lagoarde.

«Broderick era assistito da J. C. Mekibbin e Coulton, già sceriffo della contea di Siskiyon; il giudice Terry da F. Hayer e C. Benham.

«Gli avversari, deposti gli abiti, si collocarono di fronte. Broderick sembrava agitato; la sua mano tremava. Non aveva paura; ma era nervoso. Il giudice Terry si teneva dritto, immobile, indifferente.

«Coulton comandò il fuoco; la palla di Broderick si ficcò nel suolo a pochi metri di distanza; Terry allora sparò, dicendo: «il colpo non è mortale, ho preso a due pollici dalla parte destra». Broderick fece un movimento come per vol-