Pagina:I Duelli Mortali Del Secolo XIX, Battistelli, 1899.djvu/180

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
168


Questo difetto di educazione v’impedisce, senza dubbio, di comprendere le cose dette sottovoce. Così, con mio grande dispiacere, mi costringete a meglio precisarle, dicendovi: che in quest’affare voi vi siete condotto da cima a fondo come un imbecille e un vigliacco.

Assalin.


Risposta di de Saint-Victor.


Montjeu, 11 maggio.

                Signore,

Senza alcun motivo plausibile voi scagliate le più basse contumelie contro di me. Per assumersi tanto diritto, bisognerebbe essere provveduti di una certa dose di onoratezza che a voi manca assolutamente. — Paragonate la mia vita seria e laboriosa con la vostra inutile e piena di crapule e di orgie, e vi persuaderete che le vostre ingiurie non possono colpirmi.

Se le mie parole sono severe, sono giustificate dalla vostra inqualificabile aggressione.

Volete fare l’ammazzagente e lo spauracchio a buon mercato, insultando senza ragione un uomo, la posizione del quale differisce tanto dalla vostra.

Ricredetevi; a capo del mio letto ho ancora il mio vecchio compagno di corazziere, e, malgrado il ridicolo di un simile scontro, non vi rifiuterei l’onore di far con lui la conoscenza. Misura novantasette centimetri dalla guardia alla punta. Ma, fate bene attenzione: disprezzo le vostre volgari ingiurie; voglio che voi solo abbiate da sopportare tutto quanto vi ha di odioso e di responsabile nella vostra folle condotta. Vi lascio piena libertà di fare i passi necessari per uno scontro, che mi arreca solamente disgusto.

De Saint-Victor.