Pagina:I Duelli Mortali Del Secolo XIX, Battistelli, 1899.djvu/220

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
208

promessa, e là.... un fanciullo; in questo duello perì un solo avversario, nell’altro ambedue.


Febbraio 1889. — Il 2 febbraio 1889, il capitano d’artiglieria Tégalmy ebbe da questionare con un volocipedista, al Calvayrac.

Un duello alla spada fu tosto combinato ed a Saint-Céré (Lot), ove avvenne, il povero capitano Tégalmy riceveva un colpo formidabile in pieno petto, che lo spediva all’altro mondo!


23 aprile 1889. — Il principe Enrico Baltazzi, in un duello accaduto a Meyerling (presso Vienna), rimase ucciso da un colpo di pistola del conte Hoyos.


14 luglio 1889. Pierotti-Belz de Villas. — «Scegliete padrini capaci, perchè tutto dipende dal senso della ragione, dalla calma di chi vi rappresenta. Sarete feriti, forse, ma non sarete assassinati».

Chi nella scelta dei padrini non è cauto, se lo ricordi, difficilmente potrà pentirsene, perchè novantanove su cento lascierà la vita nello scontro.

Eccovi un verbale che dà completamente ragione al vecchio asserto.

«In seguito ad una nota apparsa nel Petit Provençal di martedì, 9 luglio, in risposta ad altra precedentemente stampata nel Bulletin officiél revisioniste, M. Belz da Villas, ritenutosi offeso, ha inviato a M. Pierotti, autore della nota nel Petit Provençal, due suoi amici, signori Teofilo Fabre e Brégas. M. Pierotti ha nominato i signori Cabrol e Bouge.