Pagina:Il diavolo.djvu/467

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search




Capitolo V.

Burle, truffe, soprusi, angherie e violenze del diavolo.

Un nuovo Mosè. ― Piccole noje date a grandi santi. ― La ossessione; suoi gradi e forme. ― Tribolazioni di san Romualdo, di sant’Egidio, di santa Gertrude da Oost, di santa Francesca Romana, della beata Cristina da Stommeln, e di altri santi e sante di molta reputazione. ― Il soccorso di Pisa. ― Angosce e terrori dei moribondi. ― L’Arte di morire. ― La possessione; come si producesse. ― Quattrocentomila diavoli in un corpo solo. ― Sintomi, caratteri, effetti della possessione. ||
 133


Capitolo VI.

L’infestazione diabolica.

Il prete Pannichio. ― Vita tribolatissima e sante dottrine dell’abate Ricalmo. ― Acquazzone di diavoli. ― La natura indemoniata. ― I diavoli nei conventi. ― I diavoli in chiesa. ― Ubique daemon. ― Il lago di Norcia. ||
 163


Capitolo VII.

Amori e figli del diavolo.

Come generano i diavoli? ― Caso quasi incredibile di una donna che concepì e partorì parecchi anni dopo la sua morte. ― Gl’incubi. ― I succubi. ― Venere demonio.||