Pagina:Kant - Considerazioni sul sentimento del sublime e del bello, Napoli, 1826.djvu/92

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

nei caratteri nazionali. 91

cercare suffragi: obbligata, perciò stesso di prestarsi ai cangiamenti della moda ed ai capricci della opinione, è dessa sempre accompagnata da una certa grazia lusinghiera. L’arroganza basata sulle false nozioni d’un valore ideale, calpesta ogni estranea approvazione; il suo tuono è duro ed insolente. L’orgoglio, nel sentimento del merito vero, può trovare una sorte di giustificazione, ed è per tal motivo che altri tal fiata permettesi di dire, un Nobile orgoglio, epiteto che non andrà mai accompagnato d’arroganza, proprietà di cui è il nutrire stima di se stessi senza motivi e senza misura. Il principal rimprovero che possa farsi contro l’orgolio si è di mostrarsi freddo e indifferente verso gli altri l’alterigia è un composto di vanità insieme e d’orgoglio1. Men dimandasi da essa d’essere approvata che di ricevere omaggi. Non cammina pure giammai se non accompagnata da titoli, decorazioni, genealogie, e da un pomposo fasto, debolezza ond’è principalmente affetta la nazione alemanna. Le parole gravissimo, favorevolissimo, altissimo, nobilissimamente bennato, e tutto il pathos del medesimo genere, sopraggravando il nostro linguaggio, il rendono imbarazzato e scipito. Con un tale apparato, convien rinunziare a quella bella semplicità che altri popoli possono dare al loro stile come alle loro parole. L’al-

  1. L’alterigia non sempre procede fin all’arroganza, proprietà della quale si è d’infatuarsi d’una falsa idea ed esagerata de’ suoi personali pregi; è del pari possibile ch’essa contentisi di porsi al suo vero valore; essa s’inganna soltanto sui mezzi di farlo conoscere, e un tal torto debbe imputarsi a mancanza di tatto e di gusto.