Pagina:Kant - Geografia fisica, 1807, vol. 1.djvu/153

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

121


secondo l’estensioni maggiori e minori, cioè in continente ovvero l’intero maggiore, ed in isole; nello stesso modo dividiamo ancora il mare in oceano, ed in mari particolari.

L’oceano, volgarmente detto il mare, è quella gran parte immensa d’acqua che abbraccia la terra ferma. Quello che è circondato dalla terra lo chiamiamo mare mediterraneo; e questo, essendo interamente circondato dalla terra, è chiamato lago, come il lago di Aral, il lago di Sperding ed altri piccoli laghi delle nostra Prussia.

Qualche volta però, essendo il lago di una grandezza considerabile, e pure chiamato mare, come per esempio il mare caspio. D’altronde un mare, malgrado la comunicazione coll’oceano, prende ciò non ostante separatamente il nome di mera in quella regione ove si trova, come il mare mediterraneo, il mar nero, il mar baltico ec. I seni sono l’opposto delle penisole; essi sono circondati solamente in parte dalla terra, come il seno arabico, il persiano, quello della Finlandia, quello della Botnia e quello del Messico. Stendendosi i seni lungo il continente, ed avendo larga comunicazione col mare, sono chiamati golfi,