Pagina:Kant - Geografia fisica, 1807, vol. 1.djvu/225

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

193


Nilo; e pochi dalla parte di Europa, deve in conseguenza essere più basso che il mare nero e l’atlantico, ed arricchirsi da ambedue per mezzo di affluenze considerabili. Simili differenze intorno all’altezza si trovano dunque quasi in tutt’i mari mediterranei, i quali dalla terra ferma o dall‘isole quasi da per tutto sono rinchiusi. Essi cagionano diverse correnti negli stretti, come pure ne’ passaggi stretti fra le isole . Il mare atlantico è più alto del pacifico; e rompendosi l‘istmo di Panama, l’oceano si scaricherebbe nel mare pacifico.

Questo però non impedisce punto di stabilire come orizzontale la superficie di tutt’ i mari coerenti, e calcolando l’altezza delle montagne, riguardarla come il confine generale di tutte le misure. Così essendo una montagna innalzata mille tese sopra il mare pacifico, ed un’altra mille e dugento sopra l’atlantico, dicesi con ragione e senza difficoltà: questa montagna è dugento tese più alta di quella.

I mari, come il caspio, il mare morto ec., rinchiusi interamente dalla terra ferma, possono essere considerabilmente più alti o più bassi dell’oceano: quindi è necessario