Pagina:Kant - Geografia fisica, 1807, vol. 1.djvu/226

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
194


di stabilire la loro altezza, in confronto dell’oceano, per mezzo di osservazioni precise, avanti di poter conoscere l’altezza delle montagne sopra il mare propriamente detto.

Il mare caspio è veramente molte più alto del mar nero e del mediterraneo, come lo dimostrano le osservazioni del barometro fatte in Astrakan da Gmelin, e descritte dal medesimo.


VIII.
Del movimento del mare.

L’acqua ha solamente un movimento naturale, fondato sulla natura del fluido, per mezzo del quale si precipita dall’alto ne’ siti più bassi: essendo questi riempiuti, e non potendo più colare in alcun luogo, resta tranquilla, finchè cagioni esteriori, straordinarie e violente, la scuotono e la strascinano. Il mare che ora da lungo tempo si è raccolto nella profondità della superficie della terra, non può più avere un movimento proprio e naturale; ciò non ostante non resta in alcun momento tranquillo, ma è in un movimento continuo ed in piena