Pagina:Kant - Geografia fisica, 1807, vol. 1.djvu/228

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
196


te netto la 120 parte di un miglio marittimo. Ora tanti nodi quanti ne sono scorsi in un mezzo minuto (la 120 parte dell’ora), tante miglia marittime cammina il bastimento in un’ora. Non potendo misurare con piena sicurezza la celerità della nave, poichè vi sono delle correnti nel mare le quali portano il lok in dietro1 o innanzi, riuscirebbe impossibile di fare questo esperimento, senza supporre che il lok, malgrado del movimento delle onde, restasse sempre nel medesimo sito. Il movimento delle onde possiamo paragonarlo ottimamente a quello che fa la banderuola del bastimento esposta al vento, la quale pare che ondeggi come l’acqua.

Possiamo ravvisare facilmente la natura del movimento delle onde. Spargendo, per esempio, della loppa sull’acqua ferma, e gettando nel mezzo una pietra che per la scossa e le divisioni di essa produce un movimento circolare delle onde, crederemmo di

  1. Così l’ammiraglio Anson ha trovato alcune volte il calcolo sul lok mancante di centinaja di miglia.