Pagina:Kant - Geografia fisica, 1807, vol. 1.djvu/266

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
234


verdiccio marino, e perchè si vegga il fondo per la profondità di otto tese, lo abbiamo già detto di sopra. Siccome questo lago getta fuori del bitume (che dagli abitanti di que’ contorni è impiegato per la guarigione delle ferite e per bruciarlo nelle lampane), e nella sua vicinanza si trovano fonti solfurei; così le cagioni primitive del suo bollimento potrebbero cercarsi più ragionevolmente sotto terra, che sopra di essa.

Riguardo a questo è ancora più maraviglioso ciò che si dice di un piccolo lago presso il villaggio Famoyen, il quale giace sopra una montagna alta delle isole Feroe1, cioè, che abbia sempre regolatamente flusso e riflusso col mare. L’alta posizione di questo lago non ha però punto scoraggiato quelli che lo suppongono in comunicazione col mare per mezzo di una straordinaria apertura sotterranea: questo si chiama non ispiegare nulla, e meglio è dubitare del fatto stesso2.

  1. In tal modo lo racconta fra gli altri Luca Debes nella descrizione delle isole Feroe (ferroa reserrata cap. 1).
  2. Paragonando questo effetto coll’influenza della luna sulle malattie croniche, è pure debolissimo. L’influenza della luna sulle malattie croniche si può credere che provenga dal flusso e riflusso che essa cagiona