Pagina:Kant - Geografia fisica, 1807, vol. 1.djvu/288

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
256

rente, al margine estremo di esso dal sud al nord, allora la corrente va dal nord al sud; entrando il riflusso e correndo il mare dal nord, al sud, allora la corrente va all’opposto dal sud al nord. Cambiandosi la corrente in tempo di maggior flusso o minor riflusso, allora cessa per 10 o 15 minuti il rumore: fuori di questo tempo è continuamente in moto, e fa uno strepito come una caduta di acqua.

Basta soltanto che osserviamo su d’una carta esatta la posizione di quella costa, per ispiegar le grandi difficoltà che per lo passato si avevano riguardo a questa corrente. Una fila di piccole isole forma in que’ contorni una lingua di terra, la quale cominciando dalla Norvegia, si estende più di 20 miglia nel mare, cioè, da Lodingen, il luogo più al nord-est, fino a Roest situato più verso il sud-ovest. Contro questo tratto urta il mare dalla parte occidentale, e dietro ad esso verso l’est l’acqua è continuamente compressa, poichè passa per nove canali stretti, ripieni di scogli ed isolette, i quali dividono la lingua di terra in altrettante parti. I canali maggiori sono larghi un ottavo d’un miglio geografico, ed altri non