Pagina:Kant - Geografia fisica, 1807, vol. 1.djvu/289

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

257

hanno che 1000 piedi. In tempo del flusso il mare che entra nel seno dalla parte del nord, è arrestato dall’acqua con impetuoso stento esce fra gli scogli, vicino alla punta meridionale della lingua di terra. Il flusso dunque arriva alla dovuta altezza prima che possa superare la corrente che ad esso si oppone; ed essendovi giunto, cresce l’acqua più sulla punta meridionale che sulla settentrionale. Comincia perciò l’acqua a gettarsi verso la parte settentrionale del seno, mentre il riflusso dal lato opposto conduce l’acqua verso la parte meridionale del mare, e quindi nasce nel sud un abbassamento di acqua in confronto di quella che s’innalza nella parte del nord. Quest’acqua, arrestata ora nel nord ora nel sud, non ha altro sfogo che fra la punta Lofoee e l’isola Veroe, o fra Veroe e Roest; per la qual cosa intorno a queste nasce tutto il giuoco dell’acqua: e siccome lo scoglio Moskoe s’innalza propriamente fra Veroe e Lofoede, egli diventa, per così dire, l’asse intorno al quale gira l’acqua che violentemente gli corre incontro, e che in tal guisa sembra essere in un continuo combattimento; cioè produce poi quel movimento vorticoso dell’acqua.