Pagina:Kant - Geografia fisica, 1807, vol. 1.djvu/360

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
328


da un lato, e lungo la costa occidentale dei Paesi bassi, della Germania, della Danimarca e della Norvegia sul lato opposto, si presenta all’occhio come un grande bacino rinchiuso sensibilmente dalle Orcadi e dalle Isole di Schettland, le quali sono una continuazione delle montagne della Norvegia. Già presso il Texel questo mare forma un piccolo seno di poca profondità, chiamato lo Züderzee; esso bagna le provincie d’ Olanda, d’Utreeht, di Gheldria, d’Overyssel e di Frisia; contiene 325000 jugeri, ed è situato più alto dei Paesi Bassi e del mare del nord, per cui si scarica in esso. Questo seno fu originariamente un piccolo lago formato dal braccio orientale, ovvero dallo sbocco del Reno nella vicinanza delle isole Urk e Schokland, il qnale chiamavasi flevo, e si scaricava nel mare del nord assai vicino alla Frisia, in guisa che la Frisia e la provincia di Nordholland erano divise solamente da questo sbocco. A cagione delle molte inondazioni del Reno e delle maree vive, e per gli spandimenti del mare sopra la terra, cagionati dalla veemenza dei venti di nord-ovest (pericoli di acqua, fra i quali sono particolarmente notabili quelli avvenuti ne’