Pagina:Kant - Geografia fisica, 1807, vol. 1.djvu/368

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
336


rania fino a Tornea nella Botnia occidentale importa più di 180 miglia geografiche; ed il seno della Finlandia, che prende la direzione verso l’est fra la Finlandia e Wiborg, l’Estonia e l’Ingria fino a Pietroburgo ed è annesso co’ laghi di Ilmen, di Ladoga e d’Onega: per mezzo dell’ultimo si avvicina ancora presentemente al mare bianco, col quale ne’ tempi più rimoti il mare baltico sicuramente si univa. Quindi gli antichi divisero con ragione la Scandinavia in una o più isole. Pytheas di Marsiglia, il quale 300 anni avanti la nascita di Cristo è stato quivi nel nord, divide Thule (Thele ovvero Thulemarken, parte della Norvegia) da Basilia (forse Balthia) come due isole diverse1. Tacito dice, che i primi abitanti vi fossero arrivati per mare2. Tolomeo, il quale 140 anni dopo Cristo compose una geografia della Svezia, dice che la Scandia consista in quattro isole, cioè, una grande, e tre piccole3. Pomponio Mela dice4 „Il Cudanus è un seno di

  1. Ap. Lageert. Suec. Ant. e Nov. lib. 1 e 4.
  2. Germ. c. I.
  3. Ptolom. geogr. 1. 2. c. II.
  4. De situ orbis, l. 3. c. 3. et 6.