Pagina:L'Utopia e La città del Sole.djvu/132

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
108 la citta' del sole.

periori; le speculative sui poggiuoli dove scopronsi i più pregiati dipinti; quanto poi s’attiene allo cose divine viene insegnato nel tempio. Gli orologi solari, ed altre macchine indicanti l’ore ed i venti, ritrovansi sotto gli atrj, o sopra i punti più eminenti di ciascun giro.

G. M. Di grazia parlami ora della generazione.

Amm. Alcuna donna prima del decimonono anno non può consacrarsi a questo ministerio, e gli uomini debbono avere passato il ventesimo primo, ed anche più se gracili di complessione. Prima di questa età viene permessa ad alcuni la donna, ma sterile o gravida; onde spinti da soverchia concupiscenza non s’abbandonino ad eccessi non naturali, ed appartiene alle maestre matrone, ed ai vecchi più attempati, provvedere la venere a quelli che sopra loro segreta domanda, ovvero nelle pubbliche palestre, conobbero soffrire più potenti stimoli; salvo però sempre la licenza del Gran Magistrato della generazione, ossia Gran Dottore della medicina, il quale non riconosce altri superiori che il triumviro Amore. Sorpresi una prima volta in sodomia sono svergognati, obbligandoli a portare per due giorni i calzari legati al collo, punizione indicante avere essi invertito l’ordine naturale delle cose, e messo il piede sopra il capo. Continuando l’iniquità, s’aumenta la pena, e talvolta può giungere anche alla capitale. Ma coloro che si mantennero illibati sino al ventesimo primo anno, e principalmente quelli che si protrassero tali fino al ventesimosettimo, ricevono in pubblica adunanza onori di feste e canti. Siccome poi essi, al costume degli antichi Spartani, tanto maschi che femmine, mostransi nudi negli esercizj ginnastici, così i precettori hanno mezzo di scoprire non solo quali siano abili, e quali inetti alla generazione; ma eziandio possono determinare l’uomo che più conviene ad una data donna, secondo le respettive proporzioni corporali. Il congiungimento maritale avviene ad ogni terza notte, e dopo che i generatori siansi ben lavati. Una donna