Pagina:La Cicceide legittima.djvu/139

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
132


Proprietà di D. Ciccio.

cclx.

EBbe dal Sommo Dio ciascuna cosa
     La sua proprietà particolare,
     Mentre vediam, verbo grazia il mare
     4Si va sempre agitando, e mai non posa.
La terra poi, ch’è solida, e gravosa.
     Moto retto non ha, né circolare,
     Ma per natura è solida di stare
     8Immobilmente ferma, o neghittosa.
Candido di color naturalmente
     E’ l’Alabastro, e nero il paragone,
     11Chiaro il Sol, fredda l’acqua, il fuoco ardente.
Così per natural disposizione
     Ha D. Ciccio, ed averalla eternamente,
     14Questa proprietà d’esser C....



D. Ciccio cacciato di casa da suo Padre per il vizio del giuoco.

cclxi.

IL Padre di D. Ciccio (a cui fu detto
     Che certi Giuocatori astuti, e lesti
     Tratto gli avean buon numero di resti,
     4E quasi, che lasciatolo in farsetto.}
L’altro dì pien di collera, e dispetto
     Il cacciò fuor di casa; ancor che resti
     Fermo in amarlo, e tenero protesti
     8D’aver per esso il suo primiero affetto.
E se ben sodamente ogn’un procura
     Di fargli ben capir, ch'è dissuasa
     11Da l’amor naturale azion sì dura;
Con tutto ciò, per render persuasa
     La mente altrui, suol dir, che la Natura
     14Ama i C...., ma non gli ammette in casa.



Opi-

<